risparmiare energia casa
27.02.2020 /

10 trucchi per risparmiare energia in casa

Scelta e utilizzo degli elettrodomestici, dispersioni e sprechi, bollette e tariffe: ecco come abbattere i consumi domestici

Tenere sotto controllo i consumi domestici è importante sia per il bene dell’ambiente che per quello del nostro portafogli: gli sprechi, in particolare di energia elettrica e gas, vanno infatti eliminati sia per ragioni di sostenibilità che anche per i benefici economici che ne deriveranno. Ecco allora 10 consigli utili per risparmiare energia in casa.

  1. Al momento dell’acquisto seleziona accuratamente gli elettrodomestici e valuta la possibilità di sostituire quelli più vecchi. Elettrodomestici di efficienza energetica più elevata possono comportare una spesa iniziale più ingente, ma dal loro impiego è spesso possibile generare significativi risparmi sul lungo periodo.
  2. Utilizza solo lampadine a basso consumo. La vendita di gran parte delle alogene è tra l’altro vietata già da settembre 2018, in seguito all’entrata in vigore di un apposito regolamento dell’Unione Europea, ma per abbattere gli sprechi è bene evitare anche le lampadine tradizionali ancora ammesse e scegliere solo quelle a basso consumo e in particolare quelle a LED.
  3. Fai attenzione ai dispositivi in stand-by. C’è differenza tra spegnere un elettrodomestico e metterlo in stand-by e in alcuni casi questa seconda modalità, alla lunga, può generare dei consumi anche rilevanti. Quando non più utilizzati è bene quindi spegnere dispositivi come il computer o la macchina del caffè.
  4. Occhio al frigorifero, l’elettrodomestico che generalmente consuma di più. Innanzitutto quando progettiamo una nuova cucina teniamo sempre presente che il frigo deve essere posizionato lontano da fonti di calore e che dovrebbe essere ad almeno 10 centimetri di distanza dalle pareti. La sua temperatura va impostata tra i 5 e i 6 gradi, inoltre la manutenzione di frigorifero e congelatore dovrebbero essere costanti e dobbiamo fare attenzione a non dimenticarli aperti e a limitare le occasioni di apertura il più possibile.
  5. Usa anche il forno con attenzione: è bene evitare di accenderlo troppo in anticipo, anche se ci serve preriscaldato; cerchiamo di aprirlo il minor numero di volte possibile mentre è in funzione; terminiamo la cottura a forno spento e chiuso, utilizzando il calore già generato; preferiamo, quando è possibile, la cottura in modalità ventilato.
  6. Evita di stirare. L’utilizzo del ferro da stiro dovrebbe essere ridotto al minimo, per il bene dell’ambiente, per abbassare la bolletta dell’energia elettrica e anche per il tempo e la fatica che riusciremo a risparmiare. Per questo raccoglie numerose adesioni una recente campagna internazionale per l’accettazione sociale dei capi stropicciati.
  7. Elimina la dispersione del calore. Facciamo attenzione a lasciare porte e finestre aperte e verifichiamo il buono stato degli infissi dal punto di vista dell’isolamento termico. Arieggiare la casa va bene ed è necessario, ma le inutili dispersioni di calore no perché comportano spreco di gas e bollette più alte.
  8. Non abusare del condizionatore. La presenza del condizionatore in casa può essere salvifica nei periodi più caldi dell’estate, ma attenti a non farne un uso smodato. In particolare cerchiamo di utilizzarlo più possibile nella modalità deumidificatore, che è comunque in grado di darci refrigerio, e nell’impostare la temperatura sarebbe bene non scendere mai sotto i 25 gradi.
  9. Riduci l’utilizzo delle stufette. La stufetta elettrica, utilizzata soprattutto in bagno nel periodo invernale, può essere causa di vere e proprie impennate nei consumi registrati in bolletta. Cerchiamo quindi di utilizzarla al minimo e preferiamo le alogene e comunque quelle più efficienti dal punto di vista dell’energia consumata.
  10. Leggi bene le tue bollette. È vero che il mondo delle utenze domestiche è un po’ una giungla, con fornitori e offerte che cambiano a grande frequenza e proposte che si modificano continuamente, ma è bene comunque cercare di restare sempre più aggiornati possibile e di leggere con grande attenzione tutte le bollette che riceviamo. Questo ci servirà a essere più consapevoli di quanto stiamo realmente pagando per i nostri consumi. In riferimento all’energia elettrica, particolare attenzione va posta anche sulle eventuali variazioni tariffarie praticate nelle varie fasce orarie: se ad esempio il nostro contratto prevede uno sconto sui consumi serali sarà meglio utilizzare i principali elettrodomestici in quel momento della giornata.

Se hai bisogno di supporto per migliorare il livello di risparmio energetico nella tua casa, puoi rivolgerti a Residenze Immobiliare. Contattaci!

Residenze Immobiliare » Blog » Risparmio energetico » 10 trucchi per risparmiare energia in casa

Cerca nel sito

In più da Residenze

Cerca nel sito

Torna all'inizio

Cerca sulla mappa