Affitto con riscatto: conviene
17.05.2019

Conviene vendere casa con l’affitto a riscatto?

Vantaggi e svantaggi di questa alternativa prevista per l’alienazione di un immobile

I proprietari di un immobile che intendono alienare possono trovarsi a dover valutare l’opzione di vendita per mezzo della formula dell’affitto con riscatto. Si tratta di una alternativa resa oggi possibile sia dalle nuove dinamiche di mercato che dalla normativa vigente e che può risultare interessante sia per chi vende che per chi compra, presentando tuttavia possibili vantaggi e svantaggi per entrambe le parti. In questo articolo analizziamo questa soluzione dal punto di vista del venditore.

Cos’è l’affitto con riscatto

L’affitto con riscatto è una particolare tipologia di compravendita immobiliare che permette di cedere in affitto un immobile impegnandosi tuttavia a venderlo al locatario nel giro di qualche mese o anno. La particolarità sta anche nel fatto che il prezzo complessivo di acquisto viene parzialmente coperto dai versamenti – o almeno da una parte di questi – ottenuti per la locazione. Esistono diverse varianti, più o meno vincolanti, di affitto con riscatto e ogni contratto di questo tipo può essere stipulato con molta flessibilità, in modo da adattarsi al meglio alle esigenze del venditore e del compratore. Le due parti in particolare possono stabilire con una certa libertà cifre, percentuali e tempi. Per maggiori informazioni: “Affitto con riscatto: cosa significa e come funziona”.

Vendere con l’affitto con riscatto: vantaggi e svantaggi

I vantaggi, per il venditore di un immobile che si appresta ad alienare con la formula dell’affitto con riscatto, sono essenzialmente due. Il primo è quello di avere accesso a una platea potenzialmente più ampia di compratori che include anche tutti coloro che, pur avendo di fatto i mezzi economici per poter acquistare, non possiedono al momento i requisiti per accedere a un mutuo, oppure acquirenti che non hanno disponibilità immediata del denaro per concludere la compravendita, ma che sanno di poter accedere al capitale necessario in tempi relativamente brevi (in seguito ad esempio alla vendita di beni, allo svincolo di fondi e risparmi, all’arrivo di eredità o donazioni).

Il secondo vantaggio consiste nel fatto che i contratti di affitto con riscatto prevedono quasi sempre dei vincoli nei confronti del potenziale acquirente. In particolare quest’ultimo, al termine del periodo di locazione, non è sempre obbligato a comprare: dipende dalla tipologia di contratto scelto. Comunque, nel caso in cui decida di rinunciare a far valere l’opzione di acquisto, perderà tutte le quote versate che sono sempre maggiorate rispetto a quelle di un tradizionale contratto di affitto – anche se in percentuale variabile – proprio a parziale garanzia dell’impegno di acquisto del locatario stesso. Le somme in eccesso resteranno quindi al titolare dell’immobile come una sorta di risarcimento per la mancata conclusione della compravendita.

Per quanto riguarda gli svantaggi di questa particolare forma di immissione sul mercato di un bene immobile, il primo e più evidente consiste nel fatto che non si otterranno subito tutti i proventi della vendita, ma solo delle quote mensili: per avere accesso al saldo completo bisognerà attendere, molto probabilmente, almeno qualche anno. Non si tratta quindi di certo dell’opzione ideale per chi ha necessità di capitale liquido in tempi brevi. Inoltre come abbiamo visto gran parte dei contratti di affitto con riscatto non obbligano il locatario a comprare, pertanto il titolare dell’immobile non avrà la certezza che, al termine del periodo prestabilito, si procederà con la vendita, ma si assume il rischio di ritrovarsi di nuovo senza un compratore – e magari anche senza un affittuario – e quindi di dover iniziare tutto da capo, sia per vendere che anche solo per cedere in locazione il bene in questione.

In generale, come sempre e a maggior ragione nel caso dell’affitto con riscatto, vista la particolarità della fattispecie e le tante possibili opzioni che questa formula prevede, è assolutamente consigliabile affidarsi a professionisti del settore che sappiano guidarci e tutelarci al meglio in tutte le fasi della locazione e della compravendita. Residenze Immobiliare è da anni specializzata in questo tipo di operazioni, in particolare per quanto riguarda il rent to buy , ed è quindi in grado di mettere a disposizione grande esperienza e consulenza qualificata.

Cerca nel sito

In più da Residenze

Cerca nel sito

Torna all'inizio

Cerca sulla mappa