compravendite immobiliari 2017

Lazio seconda regione per compravendite immobiliari nel 2017

23.02.2018

Il Rapporto 2018 di Scenari Immobiliari disegna un quadro molto positivo anche per le case di lusso a Roma

La Regione Lazio è la seconda d’Italia per numero di compravendite nel 2017. Un importante risultato per il territorio regionale, soprattutto se si considera che questo dato è il frutto di un segno positivo che si registra non solo a Roma, ma anche negli altri quattro capoluoghi. A fotografare lo stato di ottima salute del mercato immobiliare del Lazio è il Rapporto 2018 pubblicato pochi giorni fa da Scenari Immobiliari, un istituto indipendente di studi e di ricerche. Nel 2017 si sono registrate 60.500 transazioni, pari all’11% del totale nazionale: queste cifre attestano il Lazio al secondo posto dietro alla Lombardia.

Il rapporto stima un aumento ancor più sostenuto nell’anno in corso: per il 2018 si prevede infatti che si possano sfiorare le 70.000 compravendite, con un +14,9% (rispetto al 12,5% stimato su scala nazionale). Parlando invece di prezzi medi nominali, il Lazio nel 2017 si è mantenuto stabile (-0,2% il prezzo medio al metro quadro) seguendo il trend di tutto il Paese. Ma anche qui le previsioni 2018 stimano un aumento dell’1% rispetto al 2017 (+0,3% stimato in Italia).

COMPRAVENDITE IMMOBILIARI A ROMA

Entriamo nel dettaglio ed analizziamo la situazione di ogni provincia. Partiamo ovviamente da Roma. Nella Capitale si prevede, per il 2018, un totale di circa 39.000 transazioni, +13,5% rispetto al 2017. L’offerta, ovvero il numero di abitazioni disponibili sul mercato, è pari a circa 45.000 (il rapporto include in questa stima sia case riqualificate sia nuove costruzioni). Inoltre, nonostante una media totale prossima allo zero (leggermente negativa) nel 2017, si registra anche un aumento delle quotazioni degli immobili in diverse zone di Roma. Nel dettaglio, le valutazioni in periferia continuano a segnare la contrazione che si verifica ormai da qualche anno (e che è prevista purtroppo anche per il 2018), mentre il centro ha raggiunto il +1,1% rispetto al 2016 e le zone semiperiferiche il +0,7%. Insomma una Capitale a due velocità per quanto riguarda i prezzi medi.

COMPRAVENDITE IMMOBILIARI NELLE ALTRE PROVINCE DEL LAZIO

La situazione a Viterbo rispecchia un trend positivo in atto già da alcuni anni, se è vero che già dal 2014 le transazioni immobiliari nella Tuscia avevano registrato una ripresa. Anche per il 2018 è previsto un aumento delle compravendite che dovrebbero abbattere il tetto del migliaio (con un offerta attorno alle 1.600 unità). In questa zona del Lazio la fetta maggiore di mercato è quella delle nuove abitazioni.

Nella provincia di Rieti, invece, nell’anno appena terminato le transazioni sono state 450, nell’anno in corso si prevede possano salire a 480 su un’offerta di 730 abitazioni.

Passando poi alle due province meridionali del Lazio, grazie al rapporto scopriamo che a Frosinone tutti gli indicatori sono positivi. Il numero di transazioni immobiliari è in aumento costante dal 2015 e per quest’anno si prevedono circa 390 compravendite (su un’offerta di 560 immobili). Anche qui, come a Viterbo, particolare attenzione va alle case nuove o ristrutturate. Chiudiamo con Latina, la provincia con i numeri migliori: +7,6% l’aumento delle transazioni nel 2017 che salirà per il 2018 fino a un probabile +10%. Aumenta anche l’offerta, del 3% (1650 unità).

COMPRAVENDITE PER LE CASE DI LUSSO A ROMA

Ultima notazione per le case di lusso a Roma. Secondo il rapporto di Scenari Immobiliari, infatti, nell’ultimo quarto di secolo il valore delle abitazioni di questo segmento è addirittura quintuplicato. Confrontando i dati romani con le altre quattro grandi città mondiali leader nel mercato delle case di gamma top (Londra, Milano, Parigi e New York) si nota l’abisso tra la Capitale e le altre quattro metropoli. Nello stesso periodo di tempo, infatti, Londra ha visto il proprio “parco case” di lusso incrementare il valore del 370%, Milano del 352%, Parigi del 335%, mentre New York “solo” del 290%, a causa dei riverberi ancora presenti nel mercato immobiliare statunitense della terribile crisi finanziaria del 2008.                                             

 

Scritto da 

Menu Network

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer adipiscing elit. Aenean commodo ligula eget dolor. Aenean massa. Cum sociis natoque penatibus et magnis dis parturient montes, nascetur ridiculus mus. Donec quam felis, ultricies nec, pellentesque eu, pretium quis, sem. Nulla consequat massa quis enim. Donec pede justo, fringilla vel, aliquet nec, vulputate eget, arcu.

Nuove costruzioni Contatti Cantieri correlati
Torna all'inizio