Riqualificazione energetica condomini

Detrazioni sulla riqualificazione energetica dei condomini: aggiornamenti

19.09.2018

Dall’Enea nuove dritte sull’Ecobonus relativo a interventi su parti comuni degli edifici condominiali

 

L’Enea, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile ha recentemente aggiornato il proprio vademecum relativo alle detrazioni sulla riqualificazione energetica dei condomini. Il documento chiarisce diversi aspetti: tra questi i tipi di interventi che rientrano nell’Ecobonus condomini, chi vi può accedere, per quali edifici e l’entità del beneficio. L’Enea inoltre elenca i requisiti tecnici specifici delle opere agevolabili e la documentazione necessaria per accedere alle detrazioni. Vediamo insieme alcuni degli aspetti più importanti.

CHI PUÒ ACCEDERE ALL’ECOBONUS E PER QUALI EDIFICI

Possono accedere all’Ecobonus per interventi sui condomini tutti i contribuenti che sostengono le spese di riqualificazione energetica e che posseggono un diritto reale sulle unità immobiliari costituenti l’edificio. Gli edifici ammessi alla detrazione alla data della richiesta devono essere “esistenti”, ossia accatastati o con richiesta di accatastamento in corso, devono essere in regola con il pagamento di eventuali tributi e devono essere dotati di impianto termico.

ECOBONUS PER INTERVENTI SU CONDOMINI

L’entità del bonus dipende dal tipo di intervento e sono previsti quattro tipi di intervento ammissibili:

  • interventi di riqualificazione energetica di parti comuni degli edifici condominiali che interessino l’involucro dell’edificio con un’incidenza superiore al 25% della superficie disperdente lorda dell’edificio stesso: detrazione del 70% delle spese totali sostenute dal 1 gennaio 2017 al 31 dicembre 2021;
  • stessi interventi del punto precedente, ma finalizzati a migliorare la prestazione energetica invernale ed estiva e che conseguano almeno la “qualità media” di cui alle tabelle 3 e 4 dell’allegato 1 al DM 26/06/2015 – “decreto linee guida”: detrazione del 75% delle spese totali sostenute dal 1 gennaio 2017 al 31 dicembre 2021;
  • stessi interventi di cui ai punti precedenti e contestuali interventi che conseguono la riduzione di una classe di rischio sismico: detrazione dell’80% delle spese totali sostenute dal 1 gennaio 2018 al 31 dicembre 2021;
  • stessi interventi di cui ai primi due punti e contestuali interventi che conseguono la riduzione di due classi di rischio sismico inferiore: detrazione dell’85% delle spese totali sostenute dal 1 gennaio 2018 al 31 dicembre 2021;

LA DOCUMENTAZIONE PER L’ECOBONUS CONDOMINI

La guida predisposta da Enea affronta anche la questione dei documenti necessari per richiedere l’Ecobonus e tra questi ci sono:l’asseverazione redatta da un tecnico abilitato, la dichiarazione che tutti gli interventi realizzati rispettano le leggi e le normative nazionali e locali in tema di sicurezza e di efficienza energetica e infine gli attestati di prestazione energetica APE.

Menu 6774 Nuove costruzioni 6774 6774 Vendi la tua casa

Invia, senza impegno, una richiesta a Residenze Immobiliare di valutare la tua intenzione di vendere un immobile. Un consulente si metterà in contatto con te fornendoti tutte le informazioni di cui hai bisogno.

{{BCD.lang.thisFieldIsRequired}}
{{BCD.lang.thisIsRequiredAndEmailValid}}
{{BCD.lang.thisFieldIsRequired}}
{{BCD.lang.iAgreePrivacyTerms}}
Cerca la tua casa

Effettua subito una ricerca all'interno del nostro sito per trovare la tua casa

Cerca un immobile

{{BCD.lang.residenze.tree[index]}}
campo obbligatorio
{{BCD.lang.residenze.tree[index]}}
campo obbligatorio
Cantieri correlati In più da Residenze
Torna all'inizio